LA CORTE EUROPEA HA OGGI CONDANNATO L'ITALIA E DATO RAGIONE ALLA MASSONERIA

 
              

 




Società iniziatica e non
 “società segreta”, la libera muratoria si fonda tuttavia su un “segreto”

   
Area 1051         
Username:
Password:
      


 


     



 

appuntamenti di loggia
 

 

w.a.mozart
il sufismo
io sono Massone
mio padre Massone
esoterismo
capisaldi esoterici
blog di Loggia
varie

 
Collegio MMVV
Piemonte e Valle d'Aosta
 

 


R.S.A.A.
Il Rito Scozzese Antico ed Accettato è un sistema di Gradi Massonici che elabora, integra ed espande il contenuto dei tre Gradi cosiddetti Simbolici della Libera Muratoria Universale.
 




Ordine iniziatico affine alla Massoneria, ne condivide gli ideali, le finalità di perfezionamento spirituale e l’elevazione morale
 




massoneria nell'arte
(opera di Titti Garelli)


"Nell’ esoterismo islamico, è detto che colui che si presenta ad una certa porta, senza esservi pervenuto attraverso una via normale e legittima, vede questa porta chiudersi davanti a lui ed è costretto a tornare indietro, peraltro non più come un semplice profano, il che è ormai impossibile, ma come saher (stregone o mago); non sapremmo esprimere più nettamente ciò di cui si tratta."

René Guénon, Iniziazione e contro – iniziazione, in "La Tradizione e le Tradizioni".
 

I 99 nomi di Allah

«Ad Allah appartengono novantanove nomi – cento meno uno,
non li memorizza se non colui che entrerà nel Paradiso.
 


IL QUADRATO MAGICO DI POMPEI
 

MISTICA EBRAICA
La mistica quale dottrina esoterica dell'ebraismo, nei suoi rapporti con il divino, ha i suoi primi fondamenti nei testi stessi della Bibbia ebraica comunemente definita An­tico Testamento.

 

 ESOPEDIA - ENCICLOPEDIA DI SAPERE ESOTERICO

Agape

L’Agape, nella massoneria inglese e americana non differisce dagli incontri conviviali di altre società, se non, forse, per l’unica eccezione della regola che proibisce il tenersi di discussioni su argomenti d’indole religiosa o politica, regola che viene decisamente mantenuta. Nelle logge francesi l’agape è eseguita seguendo un particolare sistema di regole che prevedono la presenza di cerimonie che li distinguono marcatamente da ogni altra assemblea sociale. La stanza ove l’agape avviene è coperta, e ai soli membri della fratellanza viene permesso l’ingresso.





IL TESTAMENTO DI CAGLIOSTRO.
 Chi era veramente il Conte Cagliostro? Da dove veniva? Qual’era la sua missione? Le risposte possano trovarsi solo nella dichiarazione, fatta da Cagliostro stesso, ai suoi inquisitori durante il processo...
continua »


Il pavimento della cattedrale gotica di Chartres, è disegnato il labirinto riprodotto qui...entra  


Chi si trova su un cammino spirituale tale per cui è in contatto con un Maestro vivente, in grado di indirizzare e, appunto, di formare, è almeno apparentemente avvantaggiato. La figura del Maestro, pur essendo...leggi


Massoni al Columbus Day


¯
musiche massoniche

I misteri della massoneria sulle note del Flauto magico
 


Ma c’è chi sostiene che i templari arrivarono
 




 


Fondazione Collegio RSAA Vignette Blog1051 Facebook Calendario

SI E' CONCLUSA LA GRAN LOGGIA 2016

La Gran Loggia 2016, dedicata al tema “I doveri dell’uomo, i diritti del mondo” ha aperto  i battenti il primo aprile al Palacongressi di Rimini si è conclusa domenica mattina. Tanti i messaggi arrivati alla massima assise massonica, tra cui quello del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Momento clou, l’allocuzione del Gran Maestro Stefano Bisi.

L’Uomo ha diritto a tanti diritti ma ha anche l’immensa, ineludibile, universale responsabilità di garantire e applicare altrettanti necessari e inderogabili doveri verso gli altri esseri umani e verso la madre Terra. E’ questo il tema che è stato al centro della tavola rotonda dal titolo “I Futuri del mondo” che ha dato il via alla serie di eventi organizzati per la Gran Loggia del Grande Oriente d’Italia, la massima assise massonica che ha aperto  i battenti il primo aprile al Palacongressi di Rimini e che è terminata nella mattinata del 3 aprile a e che ha avuto quest’anno come filo rosso “I doveri dell’uomo, i diritti del mondo”. Hanno partecipato al dibattito, moderato dal giornalista Angelo Di Rosa e concluso dal Gran Maestro Stefano Bisi, lo storico Marcello Flores D’Arcais, docente all’università di Siena e direttore del Master europeo di Diritti Umani e l’inviato del Tg3 Nico Piro che hanno parlato delle grandi emergenze che ci assediano, dal grande esodo delle popolazioni civili dai fronti di guerre sanguinose, ai pregiudizi che circondano l’accoglienza, allo scoglio impervio della diversità e dell’integrazione, all’inarrestabile propagarsi del fondamentalismo islamico, un mostro generato da sopraffazione, dalla miseria e dall’ ignoranza e che sta mettendo a dura prova l’Occidente e il mondo interoNell’ambito degli eventi organizzati per lo storico anniversario del 2 giugno è stata inaugurata nella mattina del primo aprile la mostra “L’Aurora della Repubblica. La battaglia per il referendum attraverso la stampa e i manifesti a cura del Servizio Biblioteca del Grande Oriente d’Italia.Taglio del nastro anche per un’altra esposizione, quella dedicata alle figure di Giuseppe Leti, che contribuì a ricostituire in esilio il Grande Oriente e di Ivan Mosca, l’artista e studioso di esoterismo e autore dei quaderni di simbologia massonica. Due personalità che rappresentano due momenti della storia di Palazzo Giustiniani, requisito al Grande Oriente dal Fascismo e mai restituito all’Istituzione che lo aveva regolarmente acquistato il 16 febbraio 1911. Una lunga vicenda che ancora non si è conclusa: oggi il Goi si sta battendo infatti per affermare il proprio diritto alla restituzione almeno di un piccolo spazio da adibire a museo. Alla storica sede del Grande Oriente d’Italia è stata dedicata anche una insolita drammatizzazione radiofonica intitolata “Il delitto di Palazzo Giustiniani” che ricostruisce l’assassinio di Achille Ballori avvenuto il 31 ottobre 1917 per mano di un folle, mandata in onda nel pomeriggio ad apertura del Tempio Maggiore.  Lo spazio espositivo del Palacongressi ha  ospitato anche un’altra mostra a cura di Andrea Speziali: “Massoneria Art Nouveau. Mito dell’Istituzione nell’arte al tempo della Belle Époque”, e di cui Alphonse Mucha, che promosse la rinascita della Libera Muratoria in Cecoslovacchia è stato uno dei rappresentanti più significativi e tra gli artisti più amati, che continua ad affascinare il grande pubblico. Molti gli appuntamenti dedicati ai libri. A dare il via al ciclo di presentazioni  nella Sala del Castello Due il volume “Il mito della Pasqua” a firma del Grande Oratore Claudio Bonvecchio.... continua

Il coraggio delle idee, la costanza delle azioni: è il tema scelto come filo rosso della Gran Loggia 2015. L'appuntamento è dal 10 al 12 aprile al Palacongressi di Rimini dove le logge del Grande Oriente d'Italia saranno presenti per la loro massima assise. Ma non solo. Dalle 9,30 di venerdì 10 fino alla tarda mattinata di domenica 12 sarà un succedersi di attività pubbliche alle quali tutti potranno partecipare: momento clou, nel pomeriggio del primo giorno, sarà l'allocuzione pubblica del Gran Maestro Stefano Bisi che parlerà nel tempio allestito al Palacongressi e che, per l'occasione, sarà accessibile ai non massoni. È prevista l'esibizione del coro di voci bianche "Le Verdi Note". - See more at: http://www.grandeoriente.it/eventinewsgoi/2015/02/grande-oriente-d-italia,-gran-loggia-2015-il-coraggio-delle-idee,-la-costanza-delle-azioni.aspx#sthash.PWBuhkDJ.dpuf
 


Il Gran maestro incontra i Fratelli canavesani

 



Gran Loggia 2016, I doveri dell’uomo, i diritti del mondo

 

“I doveri dell’Uomo, i diritti del Mondo”. È questo il tema scelto per la Gran Loggia 2016, tradizionale assemblea annuale del Grande Oriente d’Italia, che si terrà nei giorni 1, 2 e 3 aprile prossimi.
 

Instagram



EsoClassics
esoterismo su smartPhone
 





La Massoneria torinese

Se inizialmente era stata la sola loggia torinese Dante Alighieri a cementare e applicare, dopo un periodo di progressivo abbandono, quei principi di solidarietà e filantropismo da sempre contraddistinguenti il vincolo massonico, una larga penetrazione nelle maglie dell’associazionismo laico in ambito regionale si avrà però soltanto a partire dal decennio 1875-1885. Un periodo che coincide con un incremento – più capillare a Torino di quanto in realtà avviene negli altri capoluoghi regionali - degli interventi nell’ambito della società civile. Intensa è quindi la partecipazione massonica alla nascita dell’associazionismo laico torinese. Secondo Laura fondal’Ospedale Infantile Regina Margherita, Tommaso Villa è tra i principali organizzatori dell’Esposizione Nazionale Industriale Artistica tenutasi a Torino nel 1884, mentre a ingerenze  massoniche si devono la nascita dell’Istituto Bonafous a Lucento, dell’Istituto nazionale per le figlie dei militari, delle Cucine e dei Bagni Popolari, dell’Istituto contro l’accattonaggio pane quotidiano e della Società per gli asili notturni. E ancora, i massoni.....


L’espressione “speculativi” si affermerà nei primi decenni del Settecento per indicare i non “operativi” che hanno aderito alle logge per ragioni esoteriche e filosofiche culturalmente impegnative e distinguerli dagli “accettati” che sono mossi da semplici motivi di curiosità o sociali. Che cosa trovano nelle logge della corporazione muratoria gli “accettati” e gli “speculativi”? Forse meno di quello che si aspettano. In Inghilterra le organizzazioni locali “operative” erano chiamate nel Medioevo misteres, parola che più tardi – trascritta in mystery, “mistero” – comprensibilmente emozionerà gli esoteristi. Ma in realtà la parola inglese arcaica mistere era una semplice corruzione dell’italiano “mestiere” (è nota l’importanza dell’Italia per l’attività dei costruttori), e dunque non faceva allusione a nessun “mistero” occulto. Gli elementi decisivi per la formazione del successivo rituale “speculativo” che si trovavano nella massoneria “operativa” britannica erano sostanzialmente due. Da una parte vi era un corpus di leggende contenuto nelle cosiddette “Costituzioni manoscritte della massoneria”, i cui testi principali sono due manoscritti, Halliwell (più conosciuto come Regius) e Cooke, che risalgono agli anni 1390-1410. Questi manoscritti contengono due diverse leggende sulle origini della muratoria: una più antica – che è stata chiamata la “storia antica breve” – e una più recente, la “storia nuova lunga”.
 


   
 
"La storia della Massoneria attraverso gli archivi conservati dai regimi totalitari" CASA MASSONICA 18.03.2015 ORE 20,30


 

<
  
Visualizzatore d'immagini Es. 2i tre labari di Loggia
 
  Vita Nova n 41
 
  Stella d'Italia Vita Nova n 1051
 
  Vita Nova n 1051


 


 

Profano o Iniziato ?
 



       

 

Università Popolare di Torino


Corso sulla Storia della Massoneria
E' iniziato il 18 ottobre, a Torino, il corso "Dai costruttori delle cattedrali alla massoneria moderna"

 


Bisi Stefano Gran Maestro del G.O.I.

57 anni, giornalista professionista, è nato a Siena, città dove si è laureato in Scienze dell’amministrazione e dove vive. E’ stato iniziato nel 1982 nella Loggia Montaperti. Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica italiana, nel corso della sua carriera professionale ha lavorato per diverse testate giornalistiche e televisive. Attualmente è vice direttore del gruppo di riferimento del “Corriere di Perugia” e delle edizioni di Terni, Siena, Arezzo, Grosseto, Rieti e Viterbo. Insieme a Bisi sono stati eletti Sergio Rosso e Santi Fedeli (Gran Maestri Aggiunti), Antonio Seminario (Primo Gran Sorvegliante), Pasquale La Pesa (Secondo Gran Sorvegliante), Claudio Bonvecchio (Grande Oratore) e Giovanni Esposito (Grande Tesoriere).
 



IbnʿArabī

 
(Murcia, 7 agosto 1165 Damasco, 16 novembre 1240)filosofo, mistico e poeta arabo.

La sua opera ha influenzato molti intellettuali e mistici sia orientali sia occidentali. Alcuni studiosi ritengono che egli abbia in qualche misura influenzato, seppure in modo indiretto, anche Dante e San Giovanni della Croce.
 


Principi e Finalità della Massoneria

La Comunione Massonica Italiana, fatti propri gli Antichi Doveri, persegue la ricerca della verità e il perfezionamento dell’Uomo e dell’Umana Famiglia; opera per estendere a tutti gli Uomini i legami d’amore che uniscono i Fratelli; propugna la tolleranza, il rispetto di sé e degli altri, la libertà di coscienza e di pensiero.

L’Apprendista Ammesso conosce della Massoneria poco più che l’uso di segni e toccamenti, e certi passi e certe parole per mezzo delle quali i Massoni possono riconoscersi reciprocamente senza essere scoperti da chi non sia Massone. Il Compagno di Mestiere non è in realtà molto più istruito dell’Apprendista Ammesso. E’ solo nella Loggia dei Maestri Massoni, che qualunque conoscenza rimane dalle origini della Massoneria ed è preservata e nascosta.
 


Carlo ROELLA

Il F.llo ROELLA Carlo Pietro, membro effettivo della R.L. Cavalieri di Scozia all’Or. di Torino Palazzo Giustiniani si adoperò per far confluire quei F.lli nel Grande Oriente d’Italia – Palazzo Gistiniani. Quei sette F.lli furono accolti, pur separati in differenti Officine, dal Collegio Piemontese - Estratto da: "La fondazione della R.L. "Vita Nova"
 

 

EsoClassics
esoterismo su iPhone

videogioco massonico

i-Cloud rapporto aureo

 

  -

     


se sei un profano
non bussare

a questa porta
 


Il termine tempio massonico indica uno spazio concettuale rituale formato da una Loggia massonica quando si incontra, di conseguenza anche gli spazi fisici e le strutture in cui si incontrano. Viene anche usato con significato allegorico per riferirsi a uno scopo filosofico.
 


CENTRO RICERCHE STORICHE SULLA LIBERA MURATORIA
 


L'essere tenuto ad una veste simbolica ricorda al Massone che rappresenta non solo se stesso, ma un ruolo, una funzione; lo porta a sentire che ripete e perpetua un senso ereditato da una tradizione molto antica. 



 


 

lavori di gran loggia

rai radiotelevisione italiana


© loggia1051.it


Ma c’è chi sostiene che i templari arrivarono prima


 
Il sufismo ha come scopo ultimo quello della liberazione dell'individuo da tutti gli attaccamenti sensoriali e profani per mezzo di pratiche di invocazione e meditazione.

La cabala ha lo scopo di riunire l'individuo al Principio originario, ovvero alla Divinità, per mezzo di lunghi anni di studi e meditazioni.

L'esicasmo - corrente esoterica del Cristianesimo - è un sistema spirituale di carattere contemplativo che pone la perfezione dell'uomo nell'unione con Dio attraverso la preghiera.
Notiamo come tutte queste correnti esoteriche abbiano per comune denominatore lo scopo ultimo della trasformazione dell'individuo. Trasformazione che tenda alla Divinità.
RIVISTE MASSONICHE
L'Ipotenusa

Pubblicazione trimestrale. Periodico ufficiale del Collegio Circoscrizionale dei MMVV  del Piemonte e Val d’Aosta - Scarica il volume


«La Lettera G»
è una pubblicazione periodica a cadenza semestrale, in lingua italiana e francese, che si propone di approfondire lo studio del patrimonio simbolico, rituale e operativo della Libera Muratoria, con particolare attenzione alle indicazioni suggerite in tal senso da René Guénon.
   Scarica libri in PDF


René Guénon
René Jean-Marie-Joseph Guénon, conosciuto anche come Shaykh 'Abd al-Wahid Yahya dopo la conversione all'Islam, è stato uno scrittore, esoterista, intellettuale francese.
 
 Data di nascita: 15 novembre 1886, Blois, Francia
 Data di morte: 7 gennaio 1951, Il Cairo, Egitto

 


| logge | | fondazione | | vignette | | tavole | | database | | eventi | cultura | | curiosando |

.sito autorizzato dal G.O.I. Palazzo Giustiniani
© loggia1051.it